Piante da interno, quali scegliere e come prendersene cura

Piante da interno, quali scegliere e come prendersene cura - alpaflor

Chi ha uno spazio esterno da dedicare al verde può sbizzarrirsi a creare stupende composizioni di fiori e piante, ma cosa succede quando la nostra casa non ci dà la possibilità di coltivare una piccola oasi esterna? Dobbiamo rinunciare al nostro pollice verde?Assolutamente no!

Le piante da interno sono un’ottima soluzione, un toccasana per gli ambienti, un modo bello e intelligente per portare il giardino in casa e dare una vibrante tonalità green a ogni stanza.

Non possiedi un giardino ma desideri comunque circondarti di fiori e piante? Continua a leggere, troverai tutti i consigli e le informazioni che ti servono per prenderti cura, nel modo giusto, delle tue piante da interno.

 

Perché prendere una pianta da interno

Se sei un appassionato di giardinaggio lo saprai molto bene, prendersi cura di una pianta è un ottimo metodo per alleggerirci dallo stress e fare il pieno di relax, e vederla crescere forte e vigorosa è motivo di gioia e soddisfazione. Questo è il primo motivo per cui una pianta da interni riempie in maniera positiva la nostra casa e la nostra vita, ci appaga allo stesso modo richiedendoci minor tempo e minore fatica di quelli che dedicheremmo alle sorelle da esterno.

E poi, diciamoci la verità, le nostre case senza un tocco di verde sembrano incomplete, non sei d’accordo? Con i loro splendidi colori e le forme aggraziate queste piante diventano fantastici elementi d’arredo, capaci di valorizzare l’ambiente in cui viviamo, di renderlo piacevole, accogliente, profumato e perfino più elegante.

Ma il motivo più importante per il quale chiunque dovrebbe scegliere di avere una pianta in casa non è il fatto che esse sono in grado di rendere ogni stanza più accogliente o che ravvivano di colore gli ambienti, ma perché purificano l’aria che respiriamo.

Sì hai capito bene, contribuiscono a pulire l’aria di casa. Come? Con la fotosintesi clorofilliana!

Grazie a questo processo le piante sono in grado di assorbire anidride carbonica e rilasciare ossigeno. Non serve nemmeno dirlo ma se non siamo all’esterno, il ricambio d’aria e l’eliminazione delle tossine diventano fondamentali per rendere il luogo meglio vivibile. Oltre a questo, alcuni esemplari di piante da interno come l’aloe, la palma di bambù o il ficus, riescono a contrastare l’umidità, a eliminare i cattivi odori e a neutralizzare le sostanze organiche volatili.

Ti abbiamo convito a riempire casa tua con qualche stupendo esemplare vegetale? Benissimo, ricordati però che le piante in vaso necessitano di attenzione.

 

Come prendersi cura delle piante da interno

Acquistare o ricevere in dono una pianta fa molto piacere, farla sopravvivere è spesso molto più impegnativo e richiede un certo riguardo.

Non ti preoccupare, le piante da appartamento non richiedono troppa dedizione o cure particolari, ma questo non significa che te ne potrai francamente infischiare.

 

Ecco le regole generali che dovrai tenere bene a mente per assicurarti la salute delle tue piante da interno:

 

  • TERRICCIO – umido ma non inzuppato, arricchito con un fertilizzante dedicato (diverso da quello per le verdure da orto). Aggiungi palline d’argilla o sassolini in vasi e sottovasi per favorire il drenaggio del terreno ed evitare la formazione di pozzanghere in caso esagerassi con l’irrigazione.
  • LUCE – molta luce ma non diretta. Disponile vicino alle finestre facendo in modo che il sole venga filtrato da una tenda per evitare che le foglie si brucino. Un paio di volte a settimana, per ovviare una crescita sbilanciata dovuta all’irraggiamento parziale, ruota il vaso per cambiare l’esposizione.
  • TEMPERATURA – evita correnti d’aria e sbalzi termici e non posizionarle accanto a fonti di calore come stufette, camini o termosifoni. La temperatura perfetta è di 20° ma l’importante è non esporle a temperature inferiori ai 10°.
  • UMIDITÀ – ricreare il livello di umidità tipico delle zone tropicali in casa è impossibile, ma per creare l’umidità necessaria puoi affiancare loro un umidificatore o mettere nei sottovasi dell’argilla imbevuta d’acqua che evaporando creerà umidità intorno alle piante.
  • ACQUA – annaffiale solamente quando la terra è completamente asciutta. Non annaffiarle troppo spesso è fondamentale, è meglio dare loro meno acqua ma fornirgliela sempre in maniera regolare. Prediligi acqua non calcarea, riempi l’innaffiatoio e lascialo decantare per un po’, in questo modo il calcare si depositerà sul fondo.
  • PULIZIA – tieni sempre d’occhio la colorazione di rami e fogliame. Polvere e sporcizia si depositano spesso sulle piante, specialmente su quelle a foglia larga. Per evitare che la polvere impedisca il passaggio della luce spolverale regolarmente e delicatamente con un panno umido. Ricordati, ogni volta che ne vedi, di eliminare rami morti, foglie secche o rovinate e fiori appassiti. Utilizza cesoie apposite o forbici ben affilare per non danneggiare le piante.
  • RINVASO – da fare ogni 2-3 anni nel periodo di marzo, a fine inverno. È un procedimento necessario per rinnovare il terreno e per evitare che le radici soffrano perché troppo sviluppate e costrette. Ti sarà sufficiente scegliere un vaso di 2-3 cm più grande di quello precedente.

 

Quali piante da interno scegliere

Disponibilità a prendersene cura, gusto personale, spazio a disposizione e collocazione desiderata. Questi sono gli aspetti di cui dovrai tenere conto quando sarà il momento di scegliere quale pianta da interno acquistare per casa tua.

Le tipologie di piante da interni che potrai crescere con successo in salotto o in camera da letto sono molte, da quelle perfette per le mensole a quelle che regalano vivaci fioriture, da quelle a foglie verdi a quelle con lunghi steli ed eleganti fusti.

 

Qui sotto 10 delle specie più belle per aumentare l’aurea verde di casa tua sono:

 

  1. Anthurium
  2. Kentia
  3. Filodendro
  4. Pothos
  5. Ficus Benjamina
  6. Dieffenbachia
  7. Spatifillo
  8. Sansevieria
  9. Clivia
  10. Dracena

 

Come avrai capito le piante d’appartamento sono spesso facili da curare. Tuttavia, è sempre utile chiedere consiglio a un esperto che ti aiuti a scegliere le tipologie più adatte ad abbellire la tua casa tenendo in considerazione anche il tempo che potrai dedicare al giardinaggio fai da te.

 

Ti serve aiuto per progettare un’area ben definita dove posizionare le tue piante? Oppure vuoi solamente scoprire quali sono tutti gli esemplari che hai a disposizione? Passa a trovarci o visita il nostro sito!

Lascia un commento